LABRET PIERCING

VUOI FARTI UN PIERCING IN VISO MA NON TROPPO VISIBILE?? IL LABRET PIERCING E’ QUELLO CHE FA PER TE! 

Con il termine Labret si indicano diversi tipi di piercing al labret in quanto ne estitono più modelli, dal semplice labret  ad altre combinazioni anche a coppia (snake bites ecc.). Molto richiesto negli ultimi anni il Vertical labret, col gioiello che passa verticalmente all’interno del labbro inferiore.

VEDIAMO QUALI SONO LE DIVERSE TIPOLOGIE:

LABRET 
Il classico piercing sul lato del labbro inferiore che può essere posizionato o su uno dei due lati oppure al centro , per chi vuole giusto un tocco in più sul suo volto;

  Central                                               Labret Laterale                              Snake Bites (2 laterali insieme)

MEDUSA
Il Medusa è una forma di piercing che viene effettuata attraverso il centro del labbro superiore, facendo un angolo retto con il tessuto presenti.
L’arcata gengivale e dentale superiore è solitamente più pronunciata rispetto a quella inferiore, per questo motivo è fondamentale inserire il gioiello in maniera che vada meno in battuta possibile per evitare lesioni come usura della sentiva per il continuo strofinio, lo stesso vale per i denti.

MONROE E MARYLIN
Sono i piercing che vengono realizzati nella parte superiore laterale del labbro.
Il Marylin è collocato sopra il labbro sinistro,Il nome richiama Marilyn Monroe che aveva un neo proprio in quel punto.
Il Madonna invece è collocato dal lato opposto, quindi il destro, per richiamare il neo di Madonna.

ASHLEY 
Questa tipologia di piercing viene eseguita all’interno del labbro inferiore.

DAHLIA
E’ una coppia di piercing che viene eseguita ai lati delle labbra.

VERTICAL LABRET
Il piercing attraversa in modo verticale il labbro inferiore.

Gioiello: Classico gioiello da labret con piattina all’interno e pallina esterna.
in caso di Vertical labret si utilizza una bananina.
Pericoli/Guarigione: Non è soggetto a rigetti, potrebbe manifestarsi un leggero gonfiore o rossore per i primi giorni. Eventuale cambio con un gioiello più corto ad avvenuta guarigione.
Cura: Disinfettante specifico consigliato. Ovviamente igiene e pulizia della zona.

COSA E’ NORMALE:

-Perdita di sangue, bruciori e/o gonfiore
Ogni ferita della pelle,incluso un nuovo piercing può sanguinare o bruciare.
Questo non indica alcuna complicazione.
E’ normale la fuoriuscita della secrezione linfatica(composta da plasma del sangue, linfa e cellule morte),da non confondere con il pus, indica invece il processo di guarigione del piercing.

COSA EVITARE:

-Non usare alcool, acqua ossigenata,betadine per la guarigione del piercing perchè sono troppo aggressivi, seccano la pelle e possono ostacolare la guarigione.
Non pulite il piercing in maniera eccessiva. Una o due volte al giorno sono più che sufficienti. Esagerare non fa altro che allungare il periodo di guarigione del piercing.
-Evitare contatti orali,moviemnti bruschi e contatti con altri fluidi corporei sopra o vicino al vostro nuovo piercing durante la guarigione.
E’ consigliabile non dormire dalla parte dei piercing durante il periodo della guarigione.
Non agganciate pendenti o altri oggetti sul vostro gioiello fino a che non sarà guarito il piercing.
-Evitare di immergere il vostro piercing in acqua come piscine laghi ecc fino a che non siete sicuri che l’acqua sia abbastanza pulita per voi e la ferita.

CURA:

Il periodo di guarigione è intorno ai 15 giorni circa per la guarigione della ferita. Molto importante la manutenzione, evitare colpi o traumi sul gioiello.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.